Post Adoption Center

bookshelfintour
23 Febbraio 2016
Carta dei servizi
23 Febbraio 2016

Post Adoption Center

La Convenzione sui diritti del fanciullo del 1989 protegge il suo diritto alla famiglia. Tale diritto è riconosciuto in Italia con la Legge 149/2001 sull’adozione. Inoltre con la L. 476/98 è stata ratificata la Convenzione dell’Aja sull’Adozione internazionale. In Italia un numero sempre maggiore di coppie sceglie di adottare minori in Italia ed all’estero. Tale scelta risponde alla necessità di garantire a minori senza possibilità, voce e futuro, il diritto alla famiglia.

La Convenzione de L’Aja del 1993 afferma che le obbligazioni nei confronti degli stati firmatari non possono cessare con il trasferimento del minore nella famiglia adottiva. Secondo le “Guidelines on Post-adoption Services” (ChildONEurope), varie ricerche dimostrano che, al momento dell’arrivo nel paese di “destinazione”, i bambini adottati possono riportare gravi problemi di sviluppo fisico e  psicologico (maltrattamenti, abusi).

In tale ambito, le coppie lamentano spesso di non essere sufficientemente supportate.

Ecco perché con tale progetto si vuole IMPLEMENTARE IL SERVIZIO POST ADOZIONE.

Si farà ciò attraverso attività preparatorie che condurranno alla creazione di un Centro Post adozione (Unico in Italia) sul modello del Post Adoption Centre di Londra.

La mission del progetto “Post Adoption Magazine” è quella di garantire supporto e assistenza alle famiglie adottive  attraverso iniziative, strumenti e l’attivazione di flussi informativi.

La natura transfrontaliera della partnership con il Post Adoption Centre di Londra è stata ispirata  dalla necessità di rifarsi ad un modello d’eccellenza.

Perché è stato scelto il PAC come partner?

  1. E’ un ente di beneficienza riconosciuto (una Charity), il suo lavoro dipende non solo da rapporti con le Autorità Locali ma anche da donazioni. E’ quindi un buon esempio di integrazione tra soggetti istituzionali e famiglie adottive.
  2. La sua missione è quella di fornire servizi di alta qualità, innovativi nei confronti di tutti coloro che sono interessati dal processo adottivo : i bambini e le famiglie, gli adulti che sono stati adottati, la famiglia biologica ed i professionisti. PAC è stato pioniere dei servizi di supporto di adozione dal 1986. Oltre a lavorare con bambini ed adulti, il PAC offre anche opportunità di formazione e consulenze per tutti i professionisti coinvolti nella adozione.
  3. L’ultima ispezione (2011) dell’Ofsted (The Office for Standards in Education, Children’s Services and Skills) , ente che controlla i servizi forniti dalle agenzie di sostegno all’adozione in Inghilterra ha conferito al PAC l’ “Outstanding”, il punteggio più alto possibile. Pertanto il PAC è stato valutato come ‘eccellente’ e ciò dà l’idea  della qualità dei suoi servizi. Riportiamo alcuni stralci del Report Ofsted del febbraio 2011: “PAC ha continuato a fornire un servizio eccellente appropriato, su misura e sensibile alle esigenze di tutti i suoi utenti. Le segnalazioni ricevute dagli utenti, così come la documentazione professionale, dimostrano i risultati eccellenti … ” “PAC ha continuato a fornire un ottimo servizio a tutti gli utenti, professionale e adatto alle loro esigenze. Il servizio altamente specializzato terapeutico per i bambini adottati e per le loro famiglie ha portato ad alcuni cambiamenti misurabili nelle famiglie…” “Il servizio è fornito da personale molto esperto e altamente qualificato.””La gestione dell’agenzia è eccellente e contribuisce alla prestazione di un servizio eccezionale, innovativo e professionale a bambini, adulti e famiglie. C’è un piano quinquennale strategico con una serie di iniziative di ampio respiro per lo sviluppo, gli amministratori e senior management dimostrano impegno per un programma in continua revisione e miglioramento, in linea con le mutevoli esigenze degli utenti. “

L’obiettivo della partnership, nel contesto progettuale, è quindi quello di acquisire maggiori informazioni possibili su: il funzionamento del centro, la sua organizzazione di lavoro, le gerarchie interne, la tempistica, le varie personalità professionali coinvolte, il tipo di contatto con gli utenti, i meccanismi di finanziamento, i servizi e le attività. Senza una visita diretta, da osservatori, sarebbe impossibile ottenere queste informazioni. Tali dati saranno fondamentali per poter concepire l’idea di un Centro Post Adozione in Italia.

Inoltre tale visita conoscitiva/preparatoria permette:

  • Di  Definire  natura le finalità e gli obiettivi di un futuro progetto
  • Definire i ruoli dei possibili partners in ambito di futuro progetto
  • Redigere un piano di lavoro che includa monitoraggi, valutazione e diffusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *